La squadra e lo staff tecnico e dirigenziale – ringraziamenti

Ecco le undici protagoniste della scalata del Basket Cavezzo alla serie A2:

 

4          Ilaria Righini                         classe 1995                 ruolo: guardia

Atleta solare, entusiasta, si divide tra campo da basket e pista di atletica (corsa campestre e mezzofondo); sempre pronta quando chiamata in causa, anche per pochi minuti.

 

5          Giulia Bocchi                         classe 1994                 ruolo: ala-pivot

Rientrata a Cavezzo dopo due stagioni a Mirandola, ha fornito un solido contributo in difesa e a rimbalzo; decisivi i suoi tiri dalla lunga distanza per risolvere alcune gare-chiave della stagione.

 

7          Valeria Zanoli                       classe 1984                 ruolo: play-guardia

Il talento al servizio del gruppo. Classe cristallina, assieme a Costi ha preso per mano le compagne e tracciato la via sul campo. Ancora oggi uno dei migliori playmaker italiani in circolazione. Semplicemente super.

 

9          Federica Balboni                  classe 1998                 ruolo: ala

Giocatrice di rotazione, ha trovato più spazio in regular season che nei playoff, giocando comunque con energia e spirito di sacrificio contro avversarie più ingombranti e più fisiche. In crescita.

 

10        Chiara Marchetti                 classe 1994                 ruolo: playmaker

“Sesto uomo”, alias primo cambio del quintetto. Rientrata quest’anno dall’infortunio alla spalla, si è confermata su buoni standard di rendimento. Tiro da fuori da rispettare e progressi in difesa.

 

11        Alice Melloni                         classe 1997                 ruolo: ala

Jolly vero. In difesa è stata spesso spedita sulle tracce della giocatrice avversaria più pericolosa grazie alla sua inesauribile energia, mentre in attacco ha giocato in quasi tutti i ruoli. Preziosa.

 

14        Camilla Finetti                      classe 1995                 ruolo: ala-pivot

Di rientro dall’infortunio al ginocchio, ha vissuto una stagione un po’ tribolata dal punto di vista fisico, ma in campo non ha mai fatto mancare dedizione ed entusiasmo. Tenace.

 

16        Ilaria Bernardoni                 classe 1993                 ruolo: guardia

Guardia titolare, uno dei migliori difensori sulla palla del campionato. Con la sua velocità di esecuzione ha spesso fatto a fette le difese avversarie. Funambolica.

 

17        Eleonora Costi                      classe 1983                 ruolo: ala

Il Capitano. Il perno, il leader tecnico ed emotivo della squadra assieme a Zanoli. Rientrata in grande condizione fisica dopo la maternità, ha dominato sia in attacco che in difesa, collezionando anche diverse partite da più di 20 rimbalzi, oltre al top di punti segnati… Imprescindibile.

 

19        Ambra Calzolari                  classe 1993                 ruolo: ala-pivot

Grande tiratrice dalla distanza, con le sue triple ha spesso “aperto il campo”. Combattente nata, non ha mai mollato di un centimetro nelle dure battaglie sottocanestro contro rivali più grandi e più grosse. Gladiatoria.

 

20        Alice Bellodi                          classe 1996                 ruolo: ala

Atleta di categoria superiore, estrosa ed imprevedibile in attacco quando riesce a stare in campo evitando i cali di concentrazione. Elemento di culto nello spogliatoio.

 

Piovre: collaboratori e staff tecnico

 

Ed ora ricordiamo lo staff delle persone che hanno collaborato alla riuscita di questa annata:

partiamo da coach Giacomo Bregoli e dal suo assistente Carlo Grilli: di loro parliamo più sotto. Doveroso citare qui il Dirigente Responsabile Giancarlo Tampellini, il Presidente Enrico Corsini, la Vice-Presidente Ivonne Borghi, i consiglieri Gianfranco Pellacani e Vilmo Bellei, il preparatore atletico Prof. Sergio Bonfà, il consulente Alessandro Trentini, il responsabile degli allenamenti Renzo Saltini, il videooperatore Mattia Viani, l’addetto alla logistica Valerio Ganzerla, il fisioterapista Luca Gardinali e sua moglie Elena, il medico sociale Dott. Saverio Montella, gli addetti al marketing Paolo Ferrari e Luigi Mascheroni, l’addetto stampa Carlo Grilli, lo speaker Cristiano Alberti e infine Maurizio “Mac Gyver” Sgarbi, il custode tuttofare del Palazzetto dello Sport di via Cavour, la casa delle Piovre.

Non dimentichiamo i ragazzi di Radio 5.9, che per la seconda stagione consecutiva hanno garantito la radiocronaca in streaming delle gare interne e di playoff. Bravi!

 

Lo staff tecnico delle Piovre

Al quarto anno da capo allenatore sulla panchina del Basket Cavezzo, coach GIACOMO BREGOLI ha centrato il salto in A2. Dopo il terremoto del 2012 e la sospensione dell’attività, dal 2013-2014 ha guidato le nuove Piovre prima alla salvezza in B ai playout, poi a due titoli regionali consecutivi e a due semifinali playoff, ed infine alla promozione di quest’anno con un gruppo privo di lunghe di ruolo, ma duttile e dinamico.

Al suo fianco in panchina negli ultimi quattro anni sempre coach CARLO GRILLI: l’uomo delle statistiche e della comunicazione delle Piovre, oltre che imprescindibile supporto tecnico.

Nel ruolo di preparatore atletico l’inossidabile Prof. SERGIO BONFA’, con la sua ultratrentennale presenza in società e l’enorme bagaglio di esperienza messo a servizio delle ragazze.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>